Thursday, February 19, 2009

I migliori Brand scelgono Zooppa.com

Zooppa.com risultati crescenti

La piattaforma italiana di pubblicità generate dagli utenti sbarca negli States e in Regno Unito. I numeri certificano il successo del progetto. La qualità del management lo testimonia.

Che una realtà pubblicitaria nata in Italia si espanda in Stati Uniti e Regno Unito è già di per sé una notizia, in controtendenza a tutto quanto è avvenuto nel mondo dell’advertising negli ultimi 30 anni. Se a questo si aggiungono i primi tentativi di imitazione sparsi nel mondo, si apprezzano i perché di un modello tanto innovativo.

Dopo quasi due anni di vita è tempo di bilanci in Zooppa.com, la piattaforma di pubblicità generate dagli utenti. E sono bilanci estremamente positivi. Soprattutto sul fronte dei risultati generati per i clienti. Ormai la “fase sperimentale” può dirsi ampiamente superata e Zooppa si presenta al mercato con autorevolezza e performance dimostrate.

Oggi, infatti, i brand scelgono Zooppa come l’unico strumento espressamente dedicato al marketing on-line che consenta loro di unire quattro output: contenuti, viralità, percepito del brand e approccio relazionale. Un cocktail dove il peso di ciascun obiettivo può essere calibrato di volta in volta insieme al management della piattaforma, in base alle necessità di marketing del cliente.

Zooppa è un generatore di passaparola, capace di scatenare spontaneamente un alto numero di contatti. Ma è anche ungeneratore di idee e contenuti utilizzabili dalle aziende in molti modi diversi e creativi. E non da meno è un generatore di affettività e dialogo intorno al brand.

In un momento in cui tutti gli analisti sottolineano l’importanza dell’engagement del proprio pubblico, delle strategie di tribal marketing e di una brand awareness che nasca dalla relazione con i consumatori, le realtà che possono offrire concreti strumenti operativi, immediatamente disponibili all’azione, sono davvero poche. Zooppa è una di queste.

Brand come Kit Kat, Best Western, Mini, Enel, Negroni, Conto Arancio, Citroen hanno investito sulla piattaforma e i risultati non si sono fatti attendere. I numeri sono ormai di tutto rispetto per un progetto verticale come Zooppa. 42 campagne lanciate con aziende di primissimo livello, e oltre 30.000 utenti registrati, con una profilazione molto alta, tutti appassionati, studenti o professionisti del mondo creativo. Secondo le stime di viral tracking ogni contenuto creato su Zooppa e diffuso nel web genera mediamente almeno 2.000 views. Il che vuol dire 1 milione di views complessive a contest.


La crescita del progetto è testimoniata dall’espansione internazionale, nonché dagli investimenti nel management. Da novembre 2008 è attivo l’headquarter di Seattle che affianca la sede italiana di Cà Tron, Venezia. La proprietà resta saldamente in mano all’incubatore di start-up multimediali H-farm guidato dall’imprenditore Riccardo Donadon.

Zooppa ha oggi una presenza dedicata in quattro stati: USA, Italia, Brasile e da marzo 2009 anche UK.

Alla guida di Zooppa nel ruolo di CEO è stato chiamato Wil Merittproveniente da Corbis di cui è stato Managing Director e Vice-direttore Vendite Worldwide, e prima ancora Presidente EMEA di Time e Fortune, presso Time Warner Inc. Antongiulio La Corte, che ricopriva la carica di Direttore Marketing business services in Tiscali, già consulente per Bain e Accenture, è oggi Head of strategies di Zooppa nonchè Country manager della nascente Zooppa UK. Al lancio nel Regno Unito lavorerà anche Giulia Massera, in passato account per Bates e J. Walter Thompson nonché consulente in Accenture. L’esperienza di Meritt e del management italiano sarà fondamentale per rafforzare la presenza internazionale di Zooppa e ampliarne il peso nel mercato della pubblicità 2.0.

da Comunitàzione

No comments: