Wednesday, February 27, 2008

Multicanalità - On and Off the Web_progetto "Global Multichannel Marketing"

Dopo lunghi mesi di ricerca ho trovato finalemente una collaboratrice per approfondire ulteriormente un Progetto sulla Multicanalità che porto avanti con soddisfazione da diverso tempo. Si presenta Iole Valenti: "Sono una studentessa laureanda in Economia e Management presso la II Università degli Studi di Napoli. Ho esperienze lavorative nell'area marketing presso due aziende multinazionali con sede principale in Belgio. Lavorando per la multinazionale Netlog ho acquisito elevate capacità organizzative e di problems’ solver. Parlo fluentemente inglese, spagnolo, e ho buone conoscenze del francese e dell'olandese. Attualmente sto scrivendo la tesi specialistica in Marketing strategico, ho scelto di discutere di strategie emergenti di Marketing multicanale. La scelta è stata dettata dalla mia passione per il Marketing non convenzionale, per la comunicazione innovativa, per tutto ciò che oggi viene identificato come Crazy Marketing".
Abbiamo iniziato quest'avventura come giovani ricercatori principalmente per rendere operativa la nostra passione comune. Mi auguro sia solo il primo capitolo di una lunga collaborazione.

Questo è un piccolo articolo di introduzione.

Le strategie
di marketing multicanale stanno interessando sempre di più le aziende che vedono nelle loro potenzialità la possibilità di promuovere al massimo i prodotti presso i consumatori.
Le statistiche all'inizio del 2008 [ http://www.retailtrafficmag.com/ ] mostrano come in America più del 50% dei dettaglianti trovino più profittevole la multicanalità rispetto all'approccio single-channel. L'E-commerce sta rivoluzionando tutti i vecchi concetti di Marketing. In America si parla di Cross-pollution, On and Off Marketing come tecniche per attirare consumatori e collocare al meglio i prodotti. La rete offre vantaggi sia per i clienti che per i dettaglianti. I primi possono verificare la disponibilità del prodotto ricercato presso i negozi più vicini, i secondi possono abbattere i costi di spedizione attraverso gli ordini on-line.Internet offre innumerevoli vantaggi che se correttamente coordinati con strategie multicanale possono far raddoppiare le vendite. E' il caso di Sephora [ http://www.sephora.com/ ] tra le maggiori catene di profumerie a livello mondiale, che ha scelto la strategia multicanale per promuovere i propri prodotti on e off line. I clienti vengono approcciati con buoni sconto nei cataloghi di profumeria, contenenti anche un tagliando del valore di 50$ da ritirare presso i negozi Sephora più vicini. Quando i clienti presentano il tagliando presso un negozio Sephora ricevono una Beauty Card che dà ulteriori diritti di sconto, nonché la possibilità di ricevere campioni omaggio ogni 100$ di spesa in cambio del loro indirizzo e-mail. Per allettare ancor di più l'idea viene regalato subito un lip gloss in cambio del loro indi
rizzo civico. In pochi giorni i clienti ricevono cataloghi completi dei nuovi prodotti, offerte ed inviti presso speciali eventi in store e buoni acquisto on line. Nei primi nove mesi del 2007 Sephora ha raddoppiato le vendite arrivando a guadagnare la posizione # 91 tra le catene commerciali in America e la posizione # 106 come miglior rivenditore on line. Se prima internet rappresentava una minaccia per le vendite in store, attraverso la multicanalità esso diventa una via per reindirizzare i clienti presso i punti vendita. Da qui le tecniche di On and Off Marketing. I clienti trovano sicuramente più facile e comodo acquistare on line ma preferiscono ancora recarsi presso i negozi per vedere la merce, provare i vestiti e scegliere la giusta taglia. I rivenditori quindi stanno cominciando a sfruttare i canali on line per reindirizzare i clienti in store per offrire lì maggiori opzioni off-line.
Il prossimo obiettivo di Sephora è quello di fidelizzare la clientela sfruttando la multicanalità.


Vi terremo aggiornati sugli ulteriori sviluppi del notro progetto. Se siete interessati a questi temi potrete trovare tutti gli articoli e le analisi sul sito della Dott.ssa Iole Valenti.

No comments: