Monday, January 7, 2008

Un caso di successo di comunicazione integrata multicanale. Lancio di Simpsons The movie

Probabilmente rimarrà alla storia come uno dei progetti di marketing integrato con il maggior successo dalla nascita di Hollywood ad oggi. A differenza della promozione di altri film, questo è andato ben oltre semplici billboard o trailer, e perfino oltre il viral e la pubblicità interattiva. Questa campagna diretta da una agenzia americana ha avuto il merito di integrare secondo modalità precise e processuali una infinita serie di azioni principalmente raggruppabili in due insiemi: azioni on line e off line. Tale approccio multicanale ha avuto successo grazie alla grande dose di creatività. Dalla possibilità di creare un avatar ed entrare in un mondo virtuale, fino al più semplice trailer, i realizzatori hanno avuto l’intento di giocare, coinvolgere e ovviamente divertire.

Come potete vedere questi sono gli strumenti di promozione utilizzati online. Sebbene internet abbia rappresentato un punto fermo degli investimenti per la promozione, le azioni di maggior interesse per il pubblico e di riflesso per i media, sono state quelle organizzate nel mondo reale.


Secondo i risultati della mia analisi un buon piano di comunicazione e promozione dovrebbe contenere una distinzione netta tra i due canali con una proposta intelligente di integrazione dei vari strumenti. Le imprese non possono ignorare il web e gli effetti che egli produce, e al tempo stesso devono svolgere azioni dirette e vicine per stringere rapporti sempre più sinceri e duraturi con i propri consumatori. L’approccio integrato dimostrato in questo caso si è rivelato particolarmente vincente perché ha previsto un insieme di iniziative generate in entrambi i canali, e in tempi e luoghi differenti, creando così un flusso continuo di notizie che ha raggiunto il massimo livello di propagazione proprio durante l’inizio del film.

Secondo il mio parere l’efficacia della comunicazione sarà allora decisa dal grado di influenza che una serie di azione on line produce nel mondo off line e vice versa.

No comments: